La tua auto ha un costo di gestione anche se resta inutilizzata, dice Leasys. Vuoi guadagnare qualcosa quando non la usi? Bene, non tenerla ferma: “prestala” in cambio di un compenso a chi non possiede una vettura e desidera utilizzarla solo per il tempo che serve.
Semplice, vero? Permettete che vi presenti U Go: la nuova piattaforma social di car sharing, di cui abbiamo realizzato front end e analisi UX, firmando la creatività di design e contenuti, mentre i colleghi di Blue Reply si sono occupati dello sviluppo back end.

Intuitivo e divertente a cominciare dal nome, U Go integra soluzioni di car sharing tra privati e formule esclusive di autonoleggio, e risolve le esigenze di mobilità e risparmio in pochi, semplici click. Permette a chi possiede un’auto (U Go Player) di condividerla nei periodi di inutilizzo e a chi la sta cercando (U Go User), per poche ore o giorni, di trovarla subito, guidarla per il tempo concordato e restituirla.

Basta accedere al sito responsive o scaricare l’app e registrarsi. Creati i rispettivi profili, con foto e dati della vettura e periodi di disponibilità, Player e User vengono avvisati da una notifica quando l’offerta di noleggio incrocia una domanda.
Confermato il “match”, non resta che incontrarsi per la consegna delle chiavi. Terminato il viaggio e restituita la vettura, è possibile “socializzare” l’esperienza, condividendo un feedback che contribuirà a determinare la reciproca reputazione di Player e User.

Ma non è finita: U Go è presente anche sui canali social Facebook e Instagram con l’iniziativa “Condividi con U Go”. che prevede fino a 50€ in buoni Amazon per i Player che condividono l’auto e fino a 25 € per tutti gli utenti - sia Player che User - che ricevono una recensione positiva.

Il futuro dell’auto? La condivisione. Nella prossima stagione della mobilità, tra nuove tecnologie e nuovi modelli di business, in attesa dell’auto che si guida da sola, il car sharing sarà un indiscutibile protagonista.

Credits:Executive Creative Director: Francesco Milanesio; UX Designer: Silvia Ghezzi, Giulia Rosso; Art Director: Emanuele Zangirolami; Graphic Designer: Simone Cicchiello; Copywriter: Patrizia Chiaramonte, Andrea Omegna